D A R I O    T H O E L K E

 

 
 

"come la tua bocca"

per gentile concessione dell'autore

D a r i o   T h o e l k e

 

 

 

 POI IERI

 

Mi dispiace d'essermi guarito

come fosse da ieri, nell'orbita bianca,

in un cumulo di innocenza

immondizia cerebrale,

coda di panico al tuo fianco

su quelle scale dipinte di niente.

Mi incolpi d'essere del tempo che è brutto

nel mio che mi prende

alla raccolta di mele

e d'inscatolamento di punture di api,

domani potrebbe anche essere

come un giorno di festa.

 
TI VOGLIO BENE IN QUALSIASI MOMENTO
 
Ne vale la pena.
ti voglio bene in qualsiasi momento.
svegliarsi al mattino
o
sorridere al tempo
amare è bene.
"conoscersi è meglio".
La mia essenza.
 


MOMENTI
 
Rosso il riverbero del sole
Rosso è il mio sangue
pensando a te
ascoltando le vibrazioni.
 
Pochi attimi 
momenti insensibili,
ma disperati
pieni di vita.

NON TI HO ACCAREZZATO ANCORA ABBASTANZA
 
Viva te,
Viva me,
ma lascia stare 
non vedi che ti potresti 
anche incazzare.
Viva te,
Viva me,
non ti scandalizzare,
è una cosa naturale.
Quante volte ti guardo e penso:
come è bello scopare.


LA NOTTE
 
Attimi di sonno 
attimi di nostalgia
non mi meraviglio
questa sera
forse ho bevuto troppo.
Passeggio sotto i tigli
annuso il profumo dei loro fiori
non sono un'ape
non riesco ad approfittarmene
è notte.

CHI HA BAGNATO I FIORI
 
Come pioveva,
come pioveva,
mentre io ero sulla strada,
sotto al tuo balcone.
Tu eri lì al balcone.
come pioveva, 
come pioveva.
non è che hai innaffiato i gerani?
 
 
POESIA PER L'IMBECILLE

L'imbecillità umana
ti fa vivere
ricrea,
quando non hai più spazi
basta adeguarsi
credere
vivere
non pensare a niente,
cioè
trovare le soluzioni.
 
 
 

 
TALPA

Ti ho incontrata in una zolla,
io zappettavo
tu mi hai guardato,
come solo tu puoi vedere.
Mi avrai trovato buffo,
come io ho visto te indesiderata.
Non ti ho schiacciata.
Il tuo lavoro lo conosci bene,
ti addentri nei vari ministeri della terra,
fai la ruffiana con i tuoi compari.
Io ti devo difendere,
ho un grillo per la testa,
ma.......
non vorrei che faceste famiglia.
 

 
 
AMORE

Ho solo vent'anni
mi sono sbagliato il vestito
ho cambiato anche sesso
per vederti meglio,
per scoparti meglio.
Hai controllato la mia identità
la mia verità
cosa hai trovato:
un uomo fatto così, così,
perso per la sua strada.
Una mano per accarezzarti,
una bocca per baciarti
un cuore per amarti.
 


VOGLIA DI VIVERE
 
Avere voglia di essere felici
non volere troppo,
non perdere sempre.
Quante volte ridere
delle cose
che non ti assomigliano
quante volte piangere
di quello che non hai
di quello che non vuoi sapere.
 
 
 

SOSPENSIONI (AMMORTIZZATORI)
 
Ti vedo
mentre stiri le mie mutande,
accendo la televisione
ti spio,
mentre metti le mani dentro.
Guardo il telegiornale
mi giro,
ti estranei.
Non vuoi che ti salti addosso.

 

 

UN BEL BUCO
 
 
Tanti ragazzi si bucano
perchè non sanno più cosa fare.
Tanti ragazzi,
tanti ragazzi vogliono il buco
per potere credere in qualcosa di migliore
per ritrovare l'essere che cè in loro,
per non soffocare.
I motivi possono essere tanti
basta ascoltarli,
da una parte o dall'altra:
alla base di tutto,
cè questa merda di ignoranza
che ci condiziona in ogni azione,
dalla quale potremmo sottrarci.
Non vorrei fraintendere,
anch'io mi farei un bel buco
un pò più grande,
nel cervello:
proprio in mezzo alla testa.

 
dedicata a mio fratello GUGLIELMO
 
 
 

 

26 APRILE 2001
 
 
Oggi sono morto, 
per la seconda volta.
Oggi sono morto
non con un colpo di pistola,
non con una disgrazia,
sono morto per il tuo amore.
I miei occhi non vedono più,
non respiro più,
tutto il corpo si è perso,
la mia mente è inesistente.
Oggi sono morto e credo per sempre,
oggi non sono più,
vedrai,
tu nemmeno te ne devi accorgere,
non devi nemmeno piangere.
Oggi sono morto.
Non dico più niente.

                            

 

   TORNA ALLA HOME      

 

Migliori Siti